Fig. 120. Il dio Visnù. Museo di Arte Indiana. Berlino (Germania)

Miti relativi:

Vishnu E’ una dei principali dèi induisti e fa parte della Trimurti (la “triplice forma” di Dio), come conservatore dell’universo. E’ l’unico dei tre dèi che la compongono (gli altri sono Brahma e Shiva) a essere nominato negli antichi testi vedici su cui si basa l’Induismo, anche se in posizione ancora subalterna rispetto agli altri dèi. Nel Rigveda è la manifestazione dell’energia solare che muovendosi genera lo spazio. In seguito è identificato con Krishna ed è oggi il dio indù più popolare insieme a Shiva, il distruttore, di cui è l’aspetto complementare, come l’apollineo contrapposto al dionisiaco nella cultura greca. La sua funzione di guardiano del dharma (la legge divina da cui dipende il dovere morale, la virtù, e la giustizia) gli impone di manifestarsi periodicamente in una serie di incarnazioni, salvando il mondo dai pericoli che rischiano di comprometterne l’equilibrio.

Interpretazioni tradizionali:

Nell’iconografia del Vishnuismo, la corrente religiosa a lui dedicata, Vishnu è rappresentato (come in questo caso) con quattro braccia. La mano in basso a destra rappresenta la tendenza orbitante creatrice, la mano in alto a destra la coesione, la mano in alto a sinistra la dispersione e la mano in basso a sinistra la nozione del sé. Di solito ogni mano regge un simbolo diverso. Qui ha in mano il loto, che rappresenta l’universo come un fiore che si schiude nell’oceano delle cause, la ghirlanda, che simboleggia lo sviluppo della manifestazione immanente attraverso il potere dell’illusione, e la ruota, che rappresenta la capacità della mente di inventare e distruggere l’universo in quanto basato sulla rotazione. Sul petto porta una cordicella a tre fili che rappresentano le lettere della sillaba Aum, a loro volta simboli delle tre tendenze della natura: creazione, coesione e disintegrazione, personificate anche negli dèi della Trimurti. Sulla testa ha una corona che rappresenta la realtà inconoscibile posta al di sopra dell’intelletto e che corrisponde al settimo chakra (vedi nota alla figura 31).

>> Chiudi