Fig. 45. Il Shri Parshva.

Interpretazioni tradizionali:

Il Shri Parshva è uno Yantra, cioè uno dei diagrammi mistici usati nei culti tantrici (che usano anche simbolismi e pratiche sessuali) come strumenti per visualizzare simbolicamente le forze interiori e cosmiche che presiedono alla vita spirituale dell’uomo. Gli Yantra sono rappresentazioni della divinità e delle sue manifestazioni, i cui nomi sono spesso preceduti in segno di rispetto dall’appellativo Shri, che significa “maestà, splendore, bellezza, salute, prosperità, fortuna” e da cui derivano evidentemente i termini italiani “Sire” e “Signore”.

Questo particolare Yantra si direbbe una rappresentazione della Yoni, l’organo sessuale femminile, che è adorato nell’Induismo come simbolo del principio femminile da cui ha origine la creazione primordiale. I due serpenti sono tradizionalmente associati ai culti matriarcali come rappresentazioni delle energie sessuali femminili e maschili che unendosi ricostituiscono l’unità mistica della divinità prima della creazione.

Paralleli culturali:

I due serpenti si ritrovano con grafica e significati simili in moltissime culture, incisi su coppe sumere, intrecciati alla bacchetta del dio greco Ermes, nei codici aztechi o tra le raffigurazioni degli dèi del Vudù.  

>> Chiudi