Fig. 35. Una ruota del Carro del Sole. Tempio di Surya. Konarak. (India)

Dati storici:

I nomadi ariani che invasero l’India intorno al 1500 a.C. usavano i carri come principali mezzi di trasporto e di guerra, e Surya il dio Sole apparteneva originariamente alla loro mitologia, di cui era uno degli dèi più importanti, essendo il sole un simbolo maschile e la loro cultura, basata sulla caccia e la guerra, tipicamente patriarcale. Quello di Konarak è il tempio più famoso tra i numerosi a lui dedicati dalla cultura induista.

Miti relativi:

Nella mitologia induista, il dio del sole Surya è figlio di Aditi, la dea dell’infinito, e di Dyaus, il dio del cielo. Attraversa il cielo su un carro d’oro trainato da un cavallo a sette teste, che si dice rappresenti i sette giorni della settimana.

Interpretazioni naturalistiche:

La rappresentazione del Sole come un carro è probabilmente dovuta all’affinità tra il disco solare e la forma delle ruote, con i raggi che partono dal mozzo che ricordano quelli dell’astro, ed è tipica di varie culture indoeuropee, cioè derivate da popolazioni affini a quella dei nomadi ariani.

>> Chiudi