Morfologia

Simboli, Segni e Allegorie di José Caballero



I^ IMPULSI, CAMPO DI RAPPRESENTAZIONE E MEMORIA

Astrazione e associazione

L’ astrazione è il meccanismo della coscienza che, a partire dai criteri di funzionalità degli oggetti, permette di formare i concetti ed opera riducendo la molteplicità fenomenica ai suoi caratteri essenziali. La capacità di astrazione della coscienza aumenta nel livello di veglia e diminuisce nei livelli inferiori. Caratteristiche proprie del funzionamento del meccanismo di astrazione sono: l’indebolimento delle immagini e l’apparizione di certe categorie logiche difficilmente rappresentabili con immagini.

I fenomeni del mondo esterno o del mondo interno sono elaborati comunque da questa attività astrattiva.

Il lavoro associativo agisce strutturando le rappresentazioni mediante i principi di similitudine, contiguità e contrasto, stabilendo differenti ordinamenti d’accordo al livello nel quale stanno operando.

Possiamo concludere che grazie al meccanismo dell’astrazione e dell’associazione la coscienza struttura le immagini.

ASTRAZIONE


Meccanismo della coscienza che, a partire da criteri di funzionalità degli oggetti, permette di formare i concetti. La capacità di astrazione della coscienza aumenta nel livello di veglia e diminuisce nei livelli inferiori.

Caratteristiche proprie del funzionamento del meccanismo di astrazione sono: l'indebolimento delle immagini e l'apparizione di certe categorie logiche difficilmente rappresentabili con immagini.

COSCIENZA.


1. Chiamiamo coscienza il registro effettuato dall'apparato che coordina e struttura sensazioni, immagini e ricordi. Data la dinamica delle operazioni che registra, questo apparato è esso stesso in continua dinamica; tuttavia la sua costituzione deve essere tale da conferirgli anche una certa unità ed identità.

L'essere umano non nasce con questo apparato già costituito, piuttosto esso si costituisce a poco a poco e nella misura in cui si organizza la sensazione globale del corpo. Questo apparato di registro di sensazioni, immagini e ricordi si trova nel corpo ed è vincolato alle sensazioni del corpo. In certi casi esso viene identificato con l'io (v. IO); tale identificazione avviene man mano che le sensazioni del corpo si sommano e si codificano all'interno di un campo di memoria. Se usiamo questo punto di vista diciamo che non si nasce con un io, ma che questo si sviluppa e si articola per accumulazione di esperienze. Non c'è io senza sensazione, immagine o ricordo. Anche quando l'io percepisce se stesso, utilizza queste tre vie, sia che esse forniscano informazioni vere che illusorie.

2. Chiamiamo coscienza il sistema di coordinamento e di registro dello psichismo umano. Precisiamo che ci riferiamo allo stesso apparato anche quando, secondo le funzioni che esso compie, utilizziamo denominazioni diverse: infatti, se coordina, lo chiamiamo coordinatore, se registra registratore. Non consideriamo cosciente alcuna operazione dello psichismo nella quale non siano presenti funzioni di coordinamento.

MONDO o AMBIENTE INTERNO.


Ciò che è situato al di qua del tatto esterno. Le sue manifestazioni caloriche, chimiche, di pressione, di tensione, di tattilità, di posizione ecc. vengono chiamate stimoli; quando questi agiscono sui sensi interni, si configurano le sensazioni interne. Esiste anche sensazione interna dell'attività della memoria e dell'immaginazione.

MONDO o AMBIENTE ESTERNO.


Ciò che è situato al di là del tatto interno. Le sue manifestazioni luminose, odorose, auditive, gustative e tattili vengono denominate stimoli; quando questi agiscono sui sensi esterni, si configurano le sensazioni.

ASSOCIAZIONE


Meccanismo della coscienza che permette di stabilire relazioni tra oggetti della coscienza stessa attraverso le vie della similitudine, della contiguità e del contrasto. (v. IMMAGINAZIONE).

morfologia
glossario
esperienze guidate
simbolica
allegorica
corso di morfologia
® 2018 morfologia.net | | Ultimo aggiornamento: 14:03 - 24/09/2018 | Sitemap | by Gruppo Web