Morfologia

Simboli, Segni e Allegorie di José Caballero



VI^ ALLEGORICA

Livelli

I temi allegorici che sono posti in scala spaziale o di ruolo determinano livelli. Il terrazzo è più in alto del primo piano, negli scacchi i pezzi più importanti hanno più valore che i pedoni; nel Tarot gli arcani maggiori sono più importanti dei minori; nel gioco delle carte il fante, il cavallo ed il re valgono più delle altre carte (figure da 190 a 193)

I livelli segnalano la posizione dello psichismo in un determinato momento. Chi sta allegorizzando riconosce la sua situazione interna in base alla sua ubicazione a secondo che stia su un gradino o un altro. Il simbolo della mandorla, allegorizzato come Albero della Cabala (figura 63), è un eccellente esempio di gioco dei livelli nel quale ci sono i cammini, le scalinate o i sentieri che connettono i diversi livelli.

L’agorafobia, il terrore agli spazi aperti, si produce per l’allegoria che si ha di quella situazione, in quanto colui che non dispone di inquadramento interno, che ha bisogno di riferimenti, che si sente fuori dal suo centro, sperimenta la necessità di ubicarsi in un determinato livello.

La claustrofobia, invece, sorge per l’oppressione dei livelli, il riflesso di questo sono allegorie come il piccolo uomo-formica all’interno di città immense, di esseri chiusi in casse, ecc.

Le connettive, quando conducono a differenti livelli, segnalano la direzione durante il cammino, ad esempio: l’ascesa ai cieli o la discesa agli inferi.

RUOLI.


Sono abitudini fisse, codificate, di comportamento che una persona conforma nella misura in cui affronta i diversi ambienti in cui si trova a vivere (v. COMPORTAMENTO, fattori che intervengono nel) (v. RISPOSTA). I ruoli hanno a che vedere con il mondo di rappresentazione esterno dell'immagine di sé stessi.

PSICHISMO.


Sistema integrato e dinamicamente interregolato formato da sensi, memoria, coordinatore, livelli e centri.

SIMBOLO.


Immagine con caratteristiche fisse, riduttiva, priva di ogni qualità secondaria, che sorge dal canale astrattivo, che sintetizza o astrae ciò che c'è di più essenziale tra tutte le caratteristiche presenti. Quando il simbolo svolge la funzione di codificare i registri, lo chiamiamo segno (v. SEGNO).

ALLEGORIA


Immagine dinamica prodotta dal canale associativo della coscienza, avente caratteristiche moltiplicative, addizionative, associative, trasformative.

Le allegorie sono narrazioni trasformate in immagini in cui molti elementi diversi si unificano oppure si moltiplicano per allusione e in cui, inoltre, i concetti astratti si concretizzano. L'allegorico è fortemente legato a situazioni particolari, cioè varia al variare delle condizioni della mente individuale o collettiva che le produce. La mente individuale si esprime allegoricamente attraverso racconti, sogni, opere d'arte, misteri, manifestazioni patologiche, ecc; quella collettiva attraverso racconti, opere d'arte, folklore, miti, religioni, ecc.

morfologia
glossario
esperienze guidate
simbolica
allegorica
corso di morfologia
® 2018 morfologia.net | | Ultimo aggiornamento: 14:03 - 24/09/2018 | Sitemap | by Gruppo Web